02.08.2018

NOVANTANOVE ANNI DI COOP CASARSA

Novantanove anni di Coop Casarsa: il 3 agosto 1919, nella casa di Lorenzo Biasutti (poi primo storico direttore dello spaccio), dodici promotori si ritrovarono per redigere l’atto costitutivo del nuovo sodalizio, sotto la guida del notaio Nicolò Marzona.

Detta Società si prefigge non solo lo scopo di vendere generi di consumo, alle migliori condizioni ai soci..., ma è diretta altresì a promuovere, con i mezzi possibili, il benessere intellettuale, morale e materiale dei soci stessi Dallo Statuto costitutivo della Cooperativa

I pionieri furono Tomè Luigi fu Vincenzo, Colussi Giacomo di Antonio, Tomè Giovanni fu Vincenzo, Colussi Anselmo fu Gioacchino, Bertolin Angelo fu Vincenzo, Colussi Valentino fu Pietro, Colussi Valentino fu Vincenzo, Tesolin Giovanni fu Giuseppe, Fantin Valentino fu Antonio, Querin Giovanni di Agostino, Portolan Luigi fu Angelo, Morasutti Osvaldo.

Legalmente si costituì così la Società Anonima Cooperativa di Consumo di Casarsa della Delizia, con primo presidente Luigi Tomè. Il successivo 30 settembre, altri 367 aderenti firmarono il libro soci, sottoscrivendo 610 azioni complessive da lire 25 l’una. Il capitale sociale iniziale fu di 15.250 lire.

Nata come spaccio paesano, Coop Casarsa è cresciuta negli anni, innovandosi ma mantenendo sempre viva quella scintilla solidaristica iniziale e la sua vocazione di “negozio di paese”, pur essendo ormai un gruppo cooperativo interregionale. Oggi infatti è presente con 14 punti vendita in tredici diversi comuni, tra le provincie di Pordenone, Udine e Treviso.
(nella foto lo scritto di Pier Paolo Pasolini per i 50 anni della Cooperativa)

ritorna alla sezione Notizie »