13.06.2018

BILANCIO 2017 POSITIVO: APPROVAZIONE ALL'UNANIMITÀ

Sempre più alla ricerca di prodotti freschi, a partire dall’ortofrutta e dal pesce, e più moderato nel consumo della carne. Propenso ad acquistare soluzioni gastronomiche di pronto utilizzo, come i surgelati, ma attento alle certificazioni biologiche e di produzione a km zero: questo l’identikit delle richieste dei consumatori emersa durante l’assemblea dei soci di Coop Casarsa, il più grande gruppo cooperativo con centro decisionale in Friuli Venezia Giulia, svoltasi oggi, domenica 27 maggio, nel ridotto del teatro casarsese Pier Paolo Pasolini per i soci della provincia di Pordenone (lungo la settimana analoghe assemblee si sono svolte per quelli della provincia di Udine a Faedis e di Treviso a Francenigo).

I soci hanno approvato all'unanimità il positivo bilancio 2017, che ha visto sia un aumento delle vendite, le quali hanno superato i 26 milioni di euro, che del numero di clienti, 1 milione 430 mila nei 14 punti vendita del gruppo (Casarsa, San Giovanni di Casarsa, San Martino al Tagliamento, Fiume Veneto, Cordovado, Lestans, San Quirino, Marsure, Pravisdomini, Goricizza, Porpetto, Ruda, Faedis e Francenigo). Sono inoltre 16 mila i soci totali di Coop Casarsa. 

“A loro - ha dichiarato il presidente di Coop Casarsa Mauro Praturlon - abbiamo spiegato i vari interventi che realizziamo per garantire ogni giorno una spesa conveniente ma di qualità, puntando per esempio su prodotti locali del territorio regionale o sulle linee di prodotti Coop bio e rispettosi della natura. Il tutto sempre fedeli e attenti a rispettare il mandato mutualistico a favore delle comunità che ci lasciarono quasi 100 anni fa, nel 1919, i nostri soci fondatori”.

Praturlon è intervenuto di fronte ai soci insieme al vicepresidente Cesare Giavi, al direttore Piergiorgio Franzon e al presidente del collegio sindacale Alberto Sandrin. Segretario della riunione è stata Serena Panzarella. 

E proprio le nuove tendenze dei consumi sono state esposte durante i lavori. In crescita il consumo di ortofrutta (+2,10%) e di pesce (+2,92%), come anche di un prodotto pronto ma assimilabile concettualmente al fresco qual è il surgelato (+4,49%) o la gastronomia (+2,78%). Sempre più attenzione al consumo di carne, come si diceva, vista la flessione nelle vendite del 0,71%, il tutto in un quadro generale di ripresa dei consumi (basti pensare che il valore dello scontrino medio è aumentato dell’1,37%). 

Di oltre 2 milioni di euro la “convenienza girata” a soci e clienti tramite le attività promozionali. Tra gli altri progetti a favore della clientela svolti lungo lo scorso anno ci sono i nuovi corner con i prodotti certificati Aqua (marchio di qualità del Friuli Venezia Giulia), l’inserimento dei prodotti di parafarmacia e i percorsi di avvicinamento al vino gratuiti tenuti all’interno del supermercato di Casarsa dall’Associazione italiana Sommelier sezione del Friuli Venezia Giulia. 

Le promozioni e il progetto di avvicinamento al vino, allargato anche a birre e distillati, proseguiranno pure nel 2018, come illustrato da Franzon: durante l'anno saranno inoltre inseriti i parafarmaci anche nei punti vendita di Casarsa e San Martino e ristrutturati i negozi di Cordovado, operazione già completata, San Quirino e San Giovanni con progetti che li renderanno ancora più fruibili per la clientela. 
Durante l’assemblea spazio anche alla dimensione sociale del gruppo, che lungo il 2017 con il proprio Distretto soci di Fiume Veneto, coordinato dalla consigliere delegata Patrizia Mander, ha organizzato attività di educazione al consumo consapevole e di raccolta di giocattoli usati. Inoltre Coop Casarsa ha donato la merenda sana agli studenti delle scuole locali e durante l’evento sportivo loro dedicato Corritalia. 

In totale sono stati eleargiti al territorio e alle comunità oltre 30 mila euro tra donazioni e sponsorizzazioni. All’inizio dell'assemblea, esprimendo un plauso ai soci che hanno reso possibile tale donazione, sono stati consegnati materiali scolastici alle scuole locali aderenti al progetto Cari soci fare i buoni…scuola: primaria Da Vinci (Casarsa) e dell’infanzia Sacro Cuore (Casarsa) e monsignor Giacomo Jop (San Giovanni di Casarsa); dell’infanzia Giovanni XXIII (Valvasone Arzene), Maria Assunta (Barbeano di Spilimbergo); Città di Trieste (Valeriano di Pinzano al Tagliamento); primaria Marconi (Lestans di Sequals) e dell’infanzia Della Divina Volontà (Tauriano di Spilimbergo). A Goricizza, Pravisdomini, Porpetto, Ruda e Fiume Veneto il materiale didattico era già stato consegnato alle scuole direttamente con una cerimonia nel punto vendita, mentre a quelle di Faedis (primaria Alighieri e dell’infanzia di Campeglio) è stato consegnato sempre all’inizio dell’assemblea soci.  

Inoltre è stato anche consegnato al Banco Alimentare del Friuli Venezia Giulia (presente Luciano Moro coordinatore provinciale di Pordenone) un assegno di 2 mila euro destinati ai più poveri dagli stessi soci tramite la raccolta punti e con un’integrazione della cooperativa. Il rappresentante del Banco ha raccontato all’assemblea come verranno utilizzati i fondi nel loro impegno quotidiano a favore delle persone meno abbienti.

Hanno portato il loro saluto all’assemblea, lodando l’azione di Coop Casarsa, la sindaca di Casarsa della Delizia Lavinia Clarotto che ha apprezzato l'impegno della cooperativa per il territorio auspicando che continui sempre così (presente anche il vicesindaco Fernando Agrusti che in qualità di socio ha ringraziato il consiglio di amministrazione per il lavoro svolto), il presidente di Confcooperative Pordenone Luigi Piccoli che ha sottolineato la cura dei valori cooperativistici (presente anche il suo vice Maurizio Tantin, ex presidente e socio di Coop Casarsa che ha ricordato a tutti l'indipendenza della cooperativa e ha ringraziato anche il direttore per il lavoro svolto), Eden Baraldi dell'Acda (Distretto Adriatico Coop) che ha lodato l'efficienza aziendale e Roberto Sesso vicepresidente regionale della Lega delle Cooperative che ha ricordato come in Coop Casarsa sia forte il senso di appartenenza. 

Alla fine ai soci presenti è stato offerto un omaggio e il rinfresco, dandosi appuntamento al 2019 anno del citato centenario dalla fondazione.
 
 
ritorna alla sezione Notizie »